Il Bosco dei Folletti, un luogo da fiaba nelle campagne di Urbania

La felicità non è in quello che possiedi, non è in quante cose sai, non è nella tua posizione lavorativa e non si trova neppure in un luogo preciso. Un bel casotto, vero? Ma ti svelo un segreto, amico mio: esiste, nelle campagne attorno ad Urbania, un posto chiamato Bosco dei Folletti dove si può reperire uno degli ingredienti fondamentali per la sua ricetta. Quale? La possibilità di ritornare il bambino che si è stati, quando ciò che contava davvero era correre a perdifiato in mezzo all’erba, sentire il muso umido e caldo di una capretta solleticarti il palmo mentre si nutre dalla tua mano, attraversare un ponticello sospeso e immaginarsi mille avventure.

Sì, un attimo di felicità si nasconde nella capacità di ritrovare quel fanciullo che hai dimenticato e nel lasciarsi guidare da lui, almeno per un momento.

Ma non dannarti l’anima a cercare quel bimbo: sa nascondersi bene e se vuole sarà lui a trovare te.

Dicono che vada pazzo per le storie.

Prova allora ad incamminarti per il sentiero ad anello, lungo circa un chilometro e mezzo, all’interno del bosco dei folletti e raccontagli di Urit, avido signore della contea di Biartén in Transilvania, che, per incrementare la sua già grande ricchezza, decise di abbattere la foresta che sorgeva sui suoi domini per ricavarne legname da vendere e, così facendo, costrinse 66 folletti ad abbandonare le proprie case per andarsene altrove.

I folletti, guidati dal vecchio suonatore di flauto di Pan che di nome fa Fluieràs, si misero in marcia alla ricerca di un territorio dove regnassero la pace e la tranquillità e dopo 55 giorni di cammino approdarono a San Martino di Urbania e qui fondarono il loro nuovo villaggio.

Bosco dei Folletti Urbania - La casetta di uno dei minuscoli abitanti locali

Bosco dei Folletti Urbania – La casetta di uno dei minuscoli abitanti locali

Le piccole creature abitano tutt’ora questa parte d’Appennino chiamata Bosco dei Folletti e vigilano affinché gli umani rispettino la natura nella quale

 

sono immersi. Se aguzzi la vista puoi vederne anche qualcuno.

Dopo aver percorso il sentiero puoi portare il bambino che eri alla fattoria didattica per fargli fare conoscenza con gli asini Sancho, Gigia e Lilla; con i maialini Pippo e Linda; con La cavalla Tempesta, che è solita accompagnare i bimbi nelle escursioni, e con altri animali come capre, daini, oche, polli e anatre.

Quando quel fanciullo birbone avrà dato noia a sufficienza alle simpatiche bestiole potrai mostrargli il percorso natura oppure l’orto biologico, un piccolo fazzoletto di terra dove si coltivano, secondo i ritmi delle stagioni, quei prodotti che erano alla base della dieta alimentare della famiglia contadina di un tempo.

Al bosco dei folletti non ci si annoia di certo e una volta che avrai visto tutto quello che c’è da scoprire non ti resta che metterti a giocare coi giochi, oggi quasi dimenticati, di un passato neppure troppo remoto.

Divertiti e non pensare troppo, la felicità sta nel dimenticarti di ciò che sei e nel lasciare che il mondo ti faccia dono delle sue piccole meraviglie.

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

CONTENUTI ilfederico.com non è una testata giornalistica dal momento che gli aggiornamenti non seguono alcuna cadenza fissa. Pertanto, ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001, non può in alcun modo considerarsi un prodotto editoriale. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti dei singoli articoli. I responsabili di ilfederico.com, secondo il loro insindacabile giudizio, si riservano il diritto di eliminare tutti quegli interventi apportati dagli utenti ritenuti offensivi, razzisti o non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le informazioni contenute in questo blog potrebbero contenere inesattezze, ancorché commesse senza intenzionalità. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi del Dlgs. 196/2003, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto Decreto, informiamo che: a) Il trattamento dei dati viene effettuato nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, con le seguenti modalità: strumenti automatizzati, inclusi quelli elettronici e telematici. b) Il conferimento dei dati ha natura facoltativa. c) La mancata disponibilità totale o parziale dei dati può comportare l’impossibilità a perseguire la predetta finalità. d) Soggetti e categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati e ambito di diffusione dei dati. I dati di cui sopra, nel rispetto delle finalità sopra indicate, verranno comunicati ai soggetti di seguito indicati: soggetti pubblici e privati per gli adempimenti previsti da ogni norma di legge o da disposizioni contrattuali. I dati non sono oggetto di diffusione. In ogni momento potrai esercitare i tuoi diritti nei confronti dei titolari del trattamento, ai sensi dell’articolo 8 D.Lgs. 196/2003. Restano salvi i diritti di cui all’articolo 7 del Dlgs. 196/2003. e) Titolarità del trattamento e richiesta informazioni ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro f) Responsabili del trattamento ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES Cosa sono i cookies? I cookies sono files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al terminale dello stesso– computer, smartphone e così via – dove vengono archiviati e poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. Navigando su ilfederico.com, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito. A – Cookies utilizzati dal presente sito web I cookies vengono utilizzati con strumenti elettronici e ogni tipologia ha una sua funzione specifica. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati (vedi in seguito). In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente – potrà ottenere, previa richiesta inviata all’indirizzo email info(chiocciola)ilfederico.com, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché: l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione. Per maggiori informazioni sui cookies si veda questa pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie B – Cookies tecnici I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati. Questi cookies sono volti a mantenere un buon funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori. C – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser Ogni browser contiene una pagina di gestione dei cookies che potrai modificare come meglio credi.

Chiudi