CASTELDIMEZZO, IL BORGO SOSPESO TRA CIELO E MARE

A cavallo tra Marche e Romagna, tra mare e collina, tra inferno e paradiso: Casteldimezzo è incantevole luogo di opposti.

Anticamente conosciuto come Gaiola, termine che sta a significare “piccola selva”, questo abitato dal ‘300 prende a essere chiamato Castrum Medii. Ciò avviene per la sua posizione mediana tra i castelli di Gabicce e di Fiorenzuola di Focara. Non ci si lasci però ingannare dall’altisonante nomea contemporanea dei vicini, e neppure delle minute dimensioni odierne del nostro borgo: c’era un tempo in cui la star del posto era proprio Casteldimezzo.

L’importante porto che sorgeva alle pendici del suo colle e la protezione offerta dagli adiacenti centri fortificati lo resero infatti castello di assoluto rilievo. Non è un caso che questo luogo aspramente conteso tra la Chiesa ravennate e pesarese prima e tra i due rami della famiglia Malatesta poi, sia stato scelto come dimora dagli arcivescovi di Ravenna. Non solo, Casteldimezzo ospitò imponenti guarnigioni militari sia ai tempi dei già citati Signori di Rimini che a quelli degli Sforza e dei Della Rovere.

La torre superstite e ciò che rimane della cinta muraria di Casteldimezzo

La torre superstite e ciò che rimane della cinta muraria di Casteldimezzo

 

Certo, dell’antica potenza, oggi non rimangono che ricordi, ruderi e infinite suggestioni.

E’ il nefasto agire del mare sulle tenere pendici della collina a decretare la rovina di Casteldimezzo. Il disastro è datato 1648, anno in cui metà paese scivola giù, in un tuffo di oltre duecento metri, per essere ingoiato dall’azzurro dell’Adriatiatico.

Poco resta dell’antica cinta muraria, e delle numerose torri che la puntellavano non ne rimane che una. Un ristorante ha preso il posto della rocca. Eppure Casteldimezzo è ancora paese cui il fascino non difetta.

L’occhio racconta Casteldimezzo.

Ancor prima di mettere piede nel paese vero e proprio, facendosi largo tra la fitta vegetazione cresciuta al margine della via, il visitatore può gettare lo sguardo oltre la rete di protezione e scorgere un bel pezzo di tradizione locale: è il Picco del Diavolo, una sorta di corno tremendissimo che si innalza dalle acque e dove si dice si riuniscano le streghe nella notte tra il trenta aprile e il primo maggio per adorare il maligno.

Picco del Diavolo

Il Picco del Diavolo, tanto sinistro quanto stupefacente

 

E’ bello passeggiare per le poche e strette vie di Casteldimezzo. Una camminata certo breve, ma che ogni volta porta in sé quel non so ché a metà tra romanticismo e nostalgia. Sarà interessante sapere, per il forestiero più curioso, che i suoi piedi stanno calpestando sampietrini squadrati a mano che arrivano dritti dritti dal ‘500.

La Chiesa del Santissimo Crocifisso di Casteldimezzo.

L’attrattiva più celebre di Casteldimezzo è la piccola Chiesa. Oggi conosciuto come del Santissimo Crocifisso, già dedicato ai santi Cristoforo e Apollinare, il Santuario ha visto ricostruita la sua torre campanaria sul finire degli anni ’50 dopo il crollo della stessa a causa di un fulmine.

Il leggendario Crocifisso Venuto dal Mare

Il leggendario Crocifisso Venuto dal Mare

 

All’interno sono custoditi i resti mortali di Santa Vittoria e diverse opere d’arte. Di tutto rilievo la pala d’altare realizzata da Francesco Zaganelli. Tuttavia è principalmente il Crocifisso posto nella cappella laterale a richiamare turisti e fedeli in gran numero. A quanto pare la scultura lignea, attribuibile agli artisti Iacobello da Fiore e Antonio di Buonvicino e conosciuta come il Crocifisso venuto dal mare, si è resa protagonista di svariati miracoli. Su tutti quello che nel 1517 salvò Casteldimezzo e le sue genti dalla furia delle truppe fiorentine che presero d’assedio il paese.

Casteldimezzo, il luogo dove cielo, mare e terra si fondono per divenire un unico luogo di meraviglia.

Buona visita.

BIBLIOGRAFIA

  • D. Sacco, La Provincia dei Centoborghi, Metauro Editore, Pesaro 2008
  • L. Michelini Tocci, Gradara e i castelli a sinistra del Foglia, Cassa di Risparmio di Pesaro, Pesaro 1974

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

CONTENUTI ilfederico.com non è una testata giornalistica dal momento che gli aggiornamenti non seguono alcuna cadenza fissa. Pertanto, ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001, non può in alcun modo considerarsi un prodotto editoriale. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti dei singoli articoli. I responsabili di ilfederico.com, secondo il loro insindacabile giudizio, si riservano il diritto di eliminare tutti quegli interventi apportati dagli utenti ritenuti offensivi, razzisti o non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le informazioni contenute in questo blog potrebbero contenere inesattezze, ancorché commesse senza intenzionalità. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi del Dlgs. 196/2003, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto Decreto, informiamo che: a) Il trattamento dei dati viene effettuato nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, con le seguenti modalità: strumenti automatizzati, inclusi quelli elettronici e telematici. b) Il conferimento dei dati ha natura facoltativa. c) La mancata disponibilità totale o parziale dei dati può comportare l’impossibilità a perseguire la predetta finalità. d) Soggetti e categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati e ambito di diffusione dei dati. I dati di cui sopra, nel rispetto delle finalità sopra indicate, verranno comunicati ai soggetti di seguito indicati: soggetti pubblici e privati per gli adempimenti previsti da ogni norma di legge o da disposizioni contrattuali. I dati non sono oggetto di diffusione. In ogni momento potrai esercitare i tuoi diritti nei confronti dei titolari del trattamento, ai sensi dell’articolo 8 D.Lgs. 196/2003. Restano salvi i diritti di cui all’articolo 7 del Dlgs. 196/2003. e) Titolarità del trattamento e richiesta informazioni ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro f) Responsabili del trattamento ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES Cosa sono i cookies? I cookies sono files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al terminale dello stesso– computer, smartphone e così via – dove vengono archiviati e poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. Navigando su ilfederico.com, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito. A – Cookies utilizzati dal presente sito web I cookies vengono utilizzati con strumenti elettronici e ogni tipologia ha una sua funzione specifica. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati (vedi in seguito). In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente – potrà ottenere, previa richiesta inviata all’indirizzo email info(chiocciola)ilfederico.com, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché: l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione. Per maggiori informazioni sui cookies si veda questa pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie B – Cookies tecnici I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati. Questi cookies sono volti a mantenere un buon funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori. C – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser Ogni browser contiene una pagina di gestione dei cookies che potrai modificare come meglio credi.

Chiudi