Il crostolo di Urbania

Quasi duecento mulini andavano un tempo a punteggiare le belle terre del Ducato d’Urbino. Il loro compito? Quello di macinare cereali e legumi… ma anche guado (utile a colorare le vesti e a impreziosire dipinti) e, perché no, polvere da sparo. D’altra parte, occorre dirlo, le genti del posto hanno sempre fatto di necessità virtù.

Proprio dal bisogno, dalla povertà, è nata l’arte (comune a molti popoli) di arrangiare il pane. Magari mescolando farine di cereali, di grano, di mais e finanche di ghianda.

In tutto questo rabberciare, però, qualcuno è riuscito a tirar fuori dal cilindro il più classico (e gustoso) dei conigli. E questo qualcuno sono i durantini, inventori di una squisita tradizione culinaria -vivissima ancora oggi- e che va sotto il nome di crostolo.

Come si fa il crostolo? Sinceramente? Non lo so proprio. Ma dato che dalle parti de Il Federico la curiosità non manca mai, sono andato a domandarlo a Marta Mancini di Viaggi e Sorrisi, una delle blogger più brave e simpatiche che io conosca, di quelle che le Marche le portano sempre nel cuore.

Buona lettura!

Crostolo di Urbania
Crostolo di Urbania

Il crostolo di Urbania secondo Marta

Urbania è un borgo delizioso che si trova nelle Marche e più precisamente nella provincia di Pesaro-Urbino. Questo paese è uno scrigno pieno di tesori da scoprire, tanto per le vie del borgo quanto a tavola.

Oggi ti voglio far scoprire una delle ricette simbolo proprio della cucina di Urbania, il crostolo!

Mi raccomando non chiamarlo piadina e neanche crescia… questo è il crostolo!

Devi sapere che proprio ad Urbania nel mese di Settembre si svolge la Sagra del Crostolo, appuntamento imperdibile per tutti i buongustai!

La ricetta del crostolo

Ecco quali ingredienti occorrono per fare il crostolo di Urbania:

1,1 kg di farina macinata a pietra biologica tipo 0

3 uova

230 g di latte

200 g di acqua

2 cucchiai rasi di strutto

3 grammi di pepe

30 g di sale

Procedimento

  • Impastare tutti gli ingredienti.
  • Far riposare l’impasto per circa trenta minuti.
  • Prenderne un terzo, stendere e formare la sfoglia alta 5 mm e ungerla con strutto.
  • Arrotolarla, prendere i capi opposti e arrotolarli uno in senso contrario all’altro a formare un torciglione.
  • Avvolgere a spirale iniziando da un capo a formare un pallina grande quanto l’unione dei due indici e due pollici contemporaneamente.
  • Prendere una padella antiaderente con fondo spesso, o un testo refrattario o una griglia sulla brace e procedere velocemente alla cottura (la tradizione vuole che il crostolo sia cotto proprio sulla brace e abbia la caratteristica striatura alla superficie del prodotto).
  • Servire con affettati, erba selvatica, gratinati, salsicce cotte alla brace o formaggi tipici!

E se per caso il tuo crostolo non è venuto proprio perfetto e vuoi provarne uno davvero delizioso, puoi sempre fare un salto a Urbania e raggiungere uno dei tanti ristoranti del paese e degustarne uno ancora più squisito. Un ringraziamento speciale a Isabella dell’Agriturismo Biologico Pieve del Colle che mi ha fornito questa ricetta della tradizione marchigiana e alcune delle immagini dell’articolo.

Se oltre al crostolo vuoi scoprire anche Urbania e le sue meraviglie ti consiglio di leggere questo articolo cosa fare e vedere a Urbania

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

CONTENUTI ilfederico.com non è una testata giornalistica dal momento che gli aggiornamenti non seguono alcuna cadenza fissa. Pertanto, ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001, non può in alcun modo considerarsi un prodotto editoriale. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti dei singoli articoli. I responsabili di ilfederico.com, secondo il loro insindacabile giudizio, si riservano il diritto di eliminare tutti quegli interventi apportati dagli utenti ritenuti offensivi, razzisti o non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le informazioni contenute in questo blog potrebbero contenere inesattezze, ancorché commesse senza intenzionalità. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi del Dlgs. 196/2003, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto Decreto, informiamo che: a) Il trattamento dei dati viene effettuato nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, con le seguenti modalità: strumenti automatizzati, inclusi quelli elettronici e telematici. b) Il conferimento dei dati ha natura facoltativa. c) La mancata disponibilità totale o parziale dei dati può comportare l’impossibilità a perseguire la predetta finalità. d) Soggetti e categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati e ambito di diffusione dei dati. I dati di cui sopra, nel rispetto delle finalità sopra indicate, verranno comunicati ai soggetti di seguito indicati: soggetti pubblici e privati per gli adempimenti previsti da ogni norma di legge o da disposizioni contrattuali. I dati non sono oggetto di diffusione. In ogni momento potrai esercitare i tuoi diritti nei confronti dei titolari del trattamento, ai sensi dell’articolo 8 D.Lgs. 196/2003. Restano salvi i diritti di cui all’articolo 7 del Dlgs. 196/2003. e) Titolarità del trattamento e richiesta informazioni ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro f) Responsabili del trattamento ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES Cosa sono i cookies? I cookies sono files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al terminale dello stesso– computer, smartphone e così via – dove vengono archiviati e poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. Navigando su ilfederico.com, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito. A – Cookies utilizzati dal presente sito web I cookies vengono utilizzati con strumenti elettronici e ogni tipologia ha una sua funzione specifica. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati (vedi in seguito). In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente – potrà ottenere, previa richiesta inviata all’indirizzo email info(chiocciola)ilfederico.com, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché: l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione. Per maggiori informazioni sui cookies si veda questa pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie B – Cookies tecnici I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati. Questi cookies sono volti a mantenere un buon funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori. C – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser Ogni browser contiene una pagina di gestione dei cookies che potrai modificare come meglio credi.

Chiudi