San Bernardino, Mausoleo dei Duchi di Urbino

E’ dalle parti della Fortezza Albornoz che l’aspirante fotografo in visita ad Urbino troverà il suo piccolo paradiso: un punto di vista privilegiato sulle cupole, sui campanili, sulle linee ora dolci ora più decise della città. Ma questi, se è osservatore attento, noterà in secondo piano anche un edificio davvero peculiare che, poggiato sul suo colle, se ne sta in disparte come un tizio malinconico che dalla sua finestra osserva la vita scorrere giù da basso nelle vie: è San Bernardino, il Mausoleo dei Duchi di Urbino.

Questo piccolo gioiello rinascimentale prese ad essere edificato nel 1482 subito dopo la morte di Federico da Montefeltro per assecondare il volere dello stesso duca, il cui desiderio era quello di un degno luogo di sepoltura per sé e per i suoi successori. I lavori, ultimati nel 1491, seguirono le direttive di Francesco di Giorgio Martini, il celebre architetto che contribuì a rendere grande Federico in vita e che ora, con quest’opera, venne chiamato a mettere il suo talento a servizio del ricordo del suo benefattore.

Un fatto curioso e poco noto è rappresentato dal fatto che proprio per il Mausoleo dei Duchi di Urbino, Francesco di Giorgio si avvalse dell’aiuto di un giovane allora sconosciuto ma destinato a fare la storia: Donato Bramante.

San Bernardino vista dalla Città

San Bernardino vista dalla Città

Il Mausoleo dei Duchi di Urbino: l’esterno.

San Bernardino si presenta con un esterno in laterizio, essenziale, severo, dove rare sono le decorazioni e che, proprio per questo, appaiono più marcate. La stretta e alta facciata, dove si aprono due finestre e un bel portale in travertino, è attraversata da fasce marcapiano in arenaria e culmina in un piccolo frontone. E’ il tiburio della cupola, con la sua forma cilindrica, a donare alla struttura un aspetto un pochino più gentile.

Per quanto riguarda il campanile, è doveroso notare che l’attuale fisionomia tronca è dovuta al terremoto del 1741 che ne fece crollare la cuspide.

A fianco del mausoleo trovano posto il cimitero cittadino e il convento francescano, convento che ha inglobato la duecentesca chiesa dedicata a San Donato dove riposano i resti mortali di Guidantonio da Montefeltro.

Ma se il forestiero troverà senz’altro interessante ciò che ha davanti agli occhi, minore non sarà l’interesse per quello che si troverà ad avere alle spalle: strabiliante è lo sguardo che dal Mausoleo dei Duchi si può gettare sulla città.

Mausoleo dei Duchi di Urbino - Esterno

Mausoleo dei Duchi di Urbino – Esterno

Il Mausoleo dei Duchi di Urbino: l’interno.

L’aspetto esteriore del mausoleo, così compatto da richiamare alla mente una fortezza, è in assoluto contrasto con il raffinato e classicheggiante interno. La luce penetra abbondante rendendo il bianco delle pareti – pareti che vanno a comporre una croce latina – ancor più candido. La cupola che sormonta il presbiterio poggia su quattro possenti colonne e, appena al di sopra di queste, un’iscrizione dedicata a San Bernardino che ricorda inequivocabilmente quella visibile presso il cortile di Palazzo Ducale.

Mausoleo dei Duchi di Urbino - Cenotafio di Federico da Montefeltro

Mausoleo dei Duchi di Urbino – Cenotafio di Federico da Montefeltro

Sono del 1620 i monumenti sepolcrali di Guidobaldo da Montefeltro e di suo padre Federico posti uno in fronte all’altro ai lati della navata.

Furono le spogliazioni napoleoniche a togliere al Mausoleo dei Duchi di Urbino il suo tesoro più prezioso, ovvero la Pala Montefeltro che trovava ubicazione presso l’altare maggiore. Oggi si può osservare la celebre opera di Piero Della Francesca recandosi alla Pinacoteca di Brera.

E’ interessante notare come San Bernardino venne utilizzata dallo stesso Francesco di Giorgio Martini come modello per un altro edificio sacro che egli stesso progettò pochi anni più tardi: parliamo della Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Calcinaio nei pressi di Cortona.

Buona visita!

BIBLIOGRAFIA

  • C. INZERILLO – Urbino, i luoghi gli itinerari la storia – Edimond, 1997
  • C. INZERILLO – Viaggio nel Ducato di Urbino – Edimond, 2009
  • F. FRATERNALI – Urbino insolita – Ciabocchi, 2017
Mausoleo dei Duchi di Urbino - Interno

Mausoleo dei Duchi di Urbino – Interno

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

CONTENUTI ilfederico.com non è una testata giornalistica dal momento che gli aggiornamenti non seguono alcuna cadenza fissa. Pertanto, ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001, non può in alcun modo considerarsi un prodotto editoriale. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti dei singoli articoli. I responsabili di ilfederico.com, secondo il loro insindacabile giudizio, si riservano il diritto di eliminare tutti quegli interventi apportati dagli utenti ritenuti offensivi, razzisti o non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le informazioni contenute in questo blog potrebbero contenere inesattezze, ancorché commesse senza intenzionalità. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi del Dlgs. 196/2003, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto Decreto, informiamo che: a) Il trattamento dei dati viene effettuato nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, con le seguenti modalità: strumenti automatizzati, inclusi quelli elettronici e telematici. b) Il conferimento dei dati ha natura facoltativa. c) La mancata disponibilità totale o parziale dei dati può comportare l’impossibilità a perseguire la predetta finalità. d) Soggetti e categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati e ambito di diffusione dei dati. I dati di cui sopra, nel rispetto delle finalità sopra indicate, verranno comunicati ai soggetti di seguito indicati: soggetti pubblici e privati per gli adempimenti previsti da ogni norma di legge o da disposizioni contrattuali. I dati non sono oggetto di diffusione. In ogni momento potrai esercitare i tuoi diritti nei confronti dei titolari del trattamento, ai sensi dell’articolo 8 D.Lgs. 196/2003. Restano salvi i diritti di cui all’articolo 7 del Dlgs. 196/2003. e) Titolarità del trattamento e richiesta informazioni ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro f) Responsabili del trattamento ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES Cosa sono i cookies? I cookies sono files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al terminale dello stesso– computer, smartphone e così via – dove vengono archiviati e poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. Navigando su ilfederico.com, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito. A – Cookies utilizzati dal presente sito web I cookies vengono utilizzati con strumenti elettronici e ogni tipologia ha una sua funzione specifica. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati (vedi in seguito). In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente – potrà ottenere, previa richiesta inviata all’indirizzo email info(chiocciola)ilfederico.com, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché: l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione. Per maggiori informazioni sui cookies si veda questa pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie B – Cookies tecnici I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati. Questi cookies sono volti a mantenere un buon funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori. C – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser Ogni browser contiene una pagina di gestione dei cookies che potrai modificare come meglio credi.

Chiudi