Mulino di Ponte Vecchio, il piccolo Museo del Pane di Frontino

Una portata decisamente troppo scarsa per favorire navigazione e commerci. Eppure il Mutino, prima di congiungersi al più celebre fiume Foglia, nel corso dei secoli è riuscito a scavare, a disegnare una valle tanto stretta quanto magnifica. E su queste terre che accarezza con lo scorrere incessante delle sue acque ha prima portato la vita e poi reso possibile il formarsi di piccole e numerose comunità sviluppatesi attorno al greto.

Va da sé che questo torrente dal nome umile è amatissimo dai locali, amato fino a finire sovente a far da protagonista a una qualche leggenda (molto carina quella di FOLIA E MUTINO).

E cosa fai con qualcosa che ami e da cui, assieme, dipendi? Da un lato lo proteggi e dall’altro, di buon grado, ne accetti i doni. Ecco spiegato il senso del Mulino di Ponte Vecchio.

Mulino di Ponte Vecchio, esterno

Mulino di Ponte Vecchio, esterno

Una fortezza chiamata mulino

E’ ai piedi di FRONTINO, proprio nel luogo dove un fosso si getta nel torrente ad alimentarne la portata, che sorge il Mulino di Ponte Vecchio. Ma basta un colpo d’occhio, uno sguardo fosse anche di sfuggita, per persuaderci che non si tratta di un mulino normale. Non solo siamo al cospetto di un edificio vasto, composto da più corpi di fabbrica, ma sopra la nostra testa, ad osservarci dall’alto, se ne sta una torre a pianta quadrata. Una torre di guardia slanciata, minacciosa, solidissima.

Quello che ci si para davanti è in effetti uno dei rarissimi mulini fortificati ancora funzionanti. Probabilmente la sua realizzazione, documentata a partire dal 1430 (ma presumibilmente vicina nel tempo a quella del castello, ovvero ai primi anni del XIII° secolo), dovette rispondere a svariate necessità:

  • fornire a Frontino e alle comunità vicine uno strumento capace di generare pane, alimento primario, in gran quantità;
  • presidiare il ponte (o forse il semplice guado) che era posto ai piedi del borgo e che poteva essere utilizzato dalle sue genti quanto da nemici e malintenzionati;
  • dotare il castello di una via di fuga in caso di assedio o, per contro, permettere agli abitanti del contado di accorrere in difesa dello stesso in caso di necessità. Sarà stato questo passaggio segreto che collegava il Mulino di Ponte Vecchio a Palazzo Vandini a giocare un ruolo cruciale nella BATTAGLIA DEI COPPI avvenuta nella notte del 9 novembre 1451?
Un alto sguardo sul pittoresco Mulino di Ponte Vecchio di Frontino

Un alto sguardo sul pittoresco Mulino di Ponte Vecchio di Frontino

Il Mulino di Ponte Vecchio oggi

Il complesso del Mulino di Ponte Vecchio, ottimamente conservato, è stato recentemente riattato a Museo. A Museo del Pane, per la precisione. Nelle tre costruzioni in pietra, a due piani, che lo compongono è allestita una mostra permanente di utensili e attrezzature tradizionalmente utilizzate per ridurre cereali in farina.

In una delle strutture sono ancora attive antiche macine in pietra, ma azionate tramite energia elettrica. Ancora più affascinante l’apparato molitorio che, ubicato in uno dei vani più spaziosi e messo in funzione solo per scopi didattici, sfrutta come in origine la forza dell’acqua proveniente dal soprastante bottaccio.

Lungo il percorso sono posti ventuno cartelli che raccontano per filo e per segno tutto il processo di molitura e panificazione. La visita al museo dura poco meno di un’ora.

BIBLIOGRAFIA

  • AA.VV – Luoghi insoliti delle Marche – Ciabocchi Editore, 2018
  • D. SACCO – La Provincia dei Centoborghi – Metauro Edizioni, 2006
  • AA.VV – Frontino, Cultura ambiente turismo – Comune di Frontino, 2007
Antichi strumenti di lavorazione esposti presso il Museo del Pane

Antichi strumenti di lavorazione esposti presso il Museo del Pane

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

CONTENUTI ilfederico.com non è una testata giornalistica dal momento che gli aggiornamenti non seguono alcuna cadenza fissa. Pertanto, ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001, non può in alcun modo considerarsi un prodotto editoriale. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti dei singoli articoli. I responsabili di ilfederico.com, secondo il loro insindacabile giudizio, si riservano il diritto di eliminare tutti quegli interventi apportati dagli utenti ritenuti offensivi, razzisti o non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le informazioni contenute in questo blog potrebbero contenere inesattezze, ancorché commesse senza intenzionalità. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi del Dlgs. 196/2003, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto Decreto, informiamo che: a) Il trattamento dei dati viene effettuato nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, con le seguenti modalità: strumenti automatizzati, inclusi quelli elettronici e telematici. b) Il conferimento dei dati ha natura facoltativa. c) La mancata disponibilità totale o parziale dei dati può comportare l’impossibilità a perseguire la predetta finalità. d) Soggetti e categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati e ambito di diffusione dei dati. I dati di cui sopra, nel rispetto delle finalità sopra indicate, verranno comunicati ai soggetti di seguito indicati: soggetti pubblici e privati per gli adempimenti previsti da ogni norma di legge o da disposizioni contrattuali. I dati non sono oggetto di diffusione. In ogni momento potrai esercitare i tuoi diritti nei confronti dei titolari del trattamento, ai sensi dell’articolo 8 D.Lgs. 196/2003. Restano salvi i diritti di cui all’articolo 7 del Dlgs. 196/2003. e) Titolarità del trattamento e richiesta informazioni ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro f) Responsabili del trattamento ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES Cosa sono i cookies? I cookies sono files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al terminale dello stesso– computer, smartphone e così via – dove vengono archiviati e poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. Navigando su ilfederico.com, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito. A – Cookies utilizzati dal presente sito web I cookies vengono utilizzati con strumenti elettronici e ogni tipologia ha una sua funzione specifica. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati (vedi in seguito). In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente – potrà ottenere, previa richiesta inviata all’indirizzo email info(chiocciola)ilfederico.com, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché: l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione. Per maggiori informazioni sui cookies si veda questa pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie B – Cookies tecnici I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati. Questi cookies sono volti a mantenere un buon funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori. C – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser Ogni browser contiene una pagina di gestione dei cookies che potrai modificare come meglio credi.

Chiudi