Teatro Comunale di Cagli, un gioiello da scoprire

C’era una volta, nella cittadina di Cagli, un teatro assai poco amato: il Teatro delle Muse. Questo, piccolo e implorante restauri, non era mai riuscito a soddisfare esigenze e aspettative della popolazione locale. La sua storia non divenne fiaba, nessun anatroccolo prese sembianze di cigno e nulla di brutto si trasformò in qualcosa di bello. Il Teatro delle Muse venne semplicemente archiviato, sostituito da quello che oggi conosciamo come Teatro Comunale di Cagli.

Ed è qui che comincia la favola, la favola di una piccola città persa tra i rilievi dell’Appennino, ma capace di mantenere vivissima quella tradizione teatrale agonizzante, se non del tutto morta, in altri centri italiani. Cagli e il suo bellissimo teatro hanno ospitato nel corso degli anni artisti del calibro Monicelli e Del Monaco, e ancora oggi attraggono pubblico e personaggi di fama.

La storia del Teatro Comunale di Cagli

I lavori cominciarono, per il Teatro Comunale di Cagli, nel 1871. Il progetto fu abbozzato dal perugino Giovanni Santini, modificato dal conterraneo Coriolano Monti e portato a compimento nel 1876. L’inaugurazione, a causa della difficile situazione economica in cui versava il Comune, avvenne solo due anni più tardi. Era il 1878 quando il sipario del Comunale si aprì sull’opera lirica Il Violino del Diavolo, scritta da Agostino Mercuri. I dieci fondali frutto del lavoro di Girolamo Magnani, scenografo particolarmente stimato da Giuseppe Verdi, sono ancora conservati.

Come si presenta il Teatro Comunale di Cagli

L’Esterno

La facciata del teatro, sormontata da un cornicione, ha tutte le caratteristiche di un palazzo del tardo ‘500 che ben si inserisce nel contesto cittadino. Questo anche grazie all’utilizzo di elementi classicheggianti come il bugnato. A pian terreno tre grandi portali si mostrano all’occhio del visitatore. Al piano superiore cinque finestre, quella centrale con balcone, si alternano a epigrafi riccamente incorniciate che ricordano i protagonisti dell’unità d’Italia. Al piano alto, al di sopra della fascia marcapiano, troviamo dei finestrotti quadrati.

Insomma, l’esterno è assolutamente sobrio, ma basta un passo oltre il portone d’ingresso e tutto cambia. Le labbra di chi guarda non possono che disegnare una O e le palpebre aprirsi alla meraviglia che giunge del tutto inaspettata.

L’interno del Teatro Comunale di Cagli

Già il foyer è capace di lasciare di stucco il visitatore, ricco com’è di sontuosi dettagli di ottima fattura, come per il resto del teatro ad opera di Alessandro Venanzi. Le elegantissime volte a crociera poggiano su colonne e mostrano un continuo susseguirsi di colori.

Entrando nella sala degli spettacoli lo stupore è inesorabilmente destinato a crescere. Il loggione e i tre ordini di palchi presentano dettagli assai vari ed elaborati. Nella balconata del secondo ordine trovano posto, racchiuse entro tondi dorati, le effigi di cagliesi illustri. Alla base dei pilastri del primo fa bella mostra di sé il cigno, la sfinge greca nel secondo e il leggendario Pegaso nel terzo.

Sono infinite tonalità d’azzurro quelle che colorano la grande volta che sovrasta tutto. Qui, elegantemente incorniciate, trovano spazio le rappresentazioni delle sette arti liberali, ovvero Aritmetica, Grammatica, Dialettica, Retorica, Musica, Geometria e Astrologia.

A far luce sulla bellezza, a sottolinearla, ci pensa, arte nell’arte, il lampadario a scheletro intagliato da Rinaldo Paioncini.

Il sipario storico di Alessandro Venanzi

Più di una menzione meriterebbe il sipario storico del teatro, anch’esso realizzato dal Venanzi. Qui è rappresentata una piccola folla che si stringe attorno al padiglione di Federico Barbarossa, di quell’Imperatore, cioè, che assediò Cagli nel 1162.

Il Teatro Comunale è visitabile tutto l’anno. Trovando chiuso ci si può rivolgere al cordiale e preparato personale dello I.A.T, l’Ufficio Turistico della cittadina, che sarà ben contento – e, per dirla tutta, anche un pizzico orgoglioso – di mostrare al visitatore questa e altre meraviglie della bella Cagli.

Buona visita, signori.

Per maggiori informazioni:

PUNTO I.A.T CAGLI 0721.780773

TEATRO DI CAGLI 0721 780731 www.teatrodicagli.it

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

CONTENUTI ilfederico.com non è una testata giornalistica dal momento che gli aggiornamenti non seguono alcuna cadenza fissa. Pertanto, ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001, non può in alcun modo considerarsi un prodotto editoriale. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti dei singoli articoli. I responsabili di ilfederico.com, secondo il loro insindacabile giudizio, si riservano il diritto di eliminare tutti quegli interventi apportati dagli utenti ritenuti offensivi, razzisti o non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le informazioni contenute in questo blog potrebbero contenere inesattezze, ancorché commesse senza intenzionalità. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi del Dlgs. 196/2003, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto Decreto, informiamo che: a) Il trattamento dei dati viene effettuato nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, con le seguenti modalità: strumenti automatizzati, inclusi quelli elettronici e telematici. b) Il conferimento dei dati ha natura facoltativa. c) La mancata disponibilità totale o parziale dei dati può comportare l’impossibilità a perseguire la predetta finalità. d) Soggetti e categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati e ambito di diffusione dei dati. I dati di cui sopra, nel rispetto delle finalità sopra indicate, verranno comunicati ai soggetti di seguito indicati: soggetti pubblici e privati per gli adempimenti previsti da ogni norma di legge o da disposizioni contrattuali. I dati non sono oggetto di diffusione. In ogni momento potrai esercitare i tuoi diritti nei confronti dei titolari del trattamento, ai sensi dell’articolo 8 D.Lgs. 196/2003. Restano salvi i diritti di cui all’articolo 7 del Dlgs. 196/2003. e) Titolarità del trattamento e richiesta informazioni ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro f) Responsabili del trattamento ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES Cosa sono i cookies? I cookies sono files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al terminale dello stesso– computer, smartphone e così via – dove vengono archiviati e poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. Navigando su ilfederico.com, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito. A – Cookies utilizzati dal presente sito web I cookies vengono utilizzati con strumenti elettronici e ogni tipologia ha una sua funzione specifica. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati (vedi in seguito). In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente – potrà ottenere, previa richiesta inviata all’indirizzo email info(chiocciola)ilfederico.com, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché: l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione. Per maggiori informazioni sui cookies si veda questa pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie B – Cookies tecnici I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati. Questi cookies sono volti a mantenere un buon funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori. C – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser Ogni browser contiene una pagina di gestione dei cookies che potrai modificare come meglio credi.

Chiudi