Montaiate di Pergola, piccolo incanto fuori dal mondo

Quasi nessuno può dire d’aver messo piede a Montaiate. Anzi, oggi come oggi, sono davvero pochi quelli che – semplicemente – sanno della sua esistenza.

Il borghetto di Montaiate (Pergola)
L’ex Chiesa di S.Giustino e il piccolo gruppetto di case di cui si compone il borghetto di Montaiate.

Eppure i resti di un “nobile” acciottolato, oggi piuttosto malconcio, rimandano la sensazione di un’antica importanza. Una sensazione che trova presto conferma nei ruderi della rocca che dominano il sottostante paese e uno scorcio paesaggistico da favola, un colpo d’occhio buono a comprendere una larga fetta della valle del Cinisco. Parliamo di una struttura difensiva che allo sguardo appare enorme, una costruzione che avrebbe potuto competere – almeno in mole – con castelli molto più popolosi e blasonati.

Le case disposte ai lati della stradicciola erbosa, un tempo per gran parte vissute da spaccapietre, sembrano aver passato indenni quasi un millennio di storia.

Montaiate, in effetti, fu davvero abitato di grande rilevanza: basti pensare che se ne hanno notizie già dal 1132, e ciò significa che questa (ai giorni nostri sperduta) frazione è addirittura più longeva del suo capoluogo comunale, PERGOLA. Anzi, è necessario rimarcare quanto la Città dei Bronzi le sia debitrice, perché se ufficialmente questa venne fondata dagli eugubini, a Montaiate va assegnato almeno il merito d’aver contribuito a quelle vicende difendendo i lavori di costruzione dalle sanguinose sortite dei cagliesi.

Ma com’è oggi Montaiate? E’ un luogo completamente fuori dal mondo e dall’ordinario, un pezzetto di storia racchiuso in una bolla che ostinatamente fluttua nell’incerto presente, un paese in bilico tra nostalgia e meraviglia.

Nella foto sono visibili i resti di una torre circolare. La rocca adiacente, anch’essa completamente realizzata in arenaria, non versa in condizioni migliori. L’inverno, quando la vegetazione perde parte del suo vigore, si riescono ancora a distinguere finestre e feritoie.

Se, come detto, la massiccia rocca (un tempo appartenuta alla casata dei Montaini) è oggigiorno terra di conquista per edere ed arbusti, l’arenaria delle sottostanti abitazioni è stata recentemente tirata a lucido da nuovi residenti e resa vivace dai colori di mille differenti fiori.

Una delle abitazioni più caratteristiche di Montaiate di Pergola. Qui il buongiorno lo danno una natura incontaminata e un panorama tanto perfetto da sembrare dipinto.

Si tratta tuttavia di un feudo rinato a paese solo per metà, perché se curatissime siepi sono tornate ad impreziosire le case, la vita stenta ancora nel tornare a scorrere per le vie, come un tempo, prepotentemente.

Così, in mezzo alla bellezza e alla grazia che l’abitato sa esprimere nuovamente, una leggera malinconia coglie il visitatore nel momento in cui questi si trova a posare lo sguardo sulle targhette che fanno capolino a lato di alcune porte, targhette che raccontano dell’anno in cui la scuola ha smesso di essere scuola e le mura della piccola Chiesa di San Giustino hanno udito l’ultima messa.

D’accordo, è giusto: dire il passato che avrebbe potuto essere e che invece non è stato è un po’ come dichiarare l’affetto di oggi. Ma la speranza è che da queste parti compaia presto un cartello nuovo, anche piccolo piccolo, che si vada ad aggiungere agli altri. Ma che a differenza degli altri non suggerisca i ricordi di ieri.

Che racconti, piuttosto, un sogno per domani.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

CONTENUTI ilfederico.com non è una testata giornalistica dal momento che gli aggiornamenti non seguono alcuna cadenza fissa. Pertanto, ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001, non può in alcun modo considerarsi un prodotto editoriale. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti dei singoli articoli. I responsabili di ilfederico.com, secondo il loro insindacabile giudizio, si riservano il diritto di eliminare tutti quegli interventi apportati dagli utenti ritenuti offensivi, razzisti o non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Le informazioni contenute in questo blog potrebbero contenere inesattezze, ancorché commesse senza intenzionalità. Gli autori del sito non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi del Dlgs. 196/2003, recante “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il trattamento dei dati personali sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti. Ai sensi dell’articolo 13 del predetto Decreto, informiamo che: a) Il trattamento dei dati viene effettuato nel rispetto dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, con le seguenti modalità: strumenti automatizzati, inclusi quelli elettronici e telematici. b) Il conferimento dei dati ha natura facoltativa. c) La mancata disponibilità totale o parziale dei dati può comportare l’impossibilità a perseguire la predetta finalità. d) Soggetti e categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati e ambito di diffusione dei dati. I dati di cui sopra, nel rispetto delle finalità sopra indicate, verranno comunicati ai soggetti di seguito indicati: soggetti pubblici e privati per gli adempimenti previsti da ogni norma di legge o da disposizioni contrattuali. I dati non sono oggetto di diffusione. In ogni momento potrai esercitare i tuoi diritti nei confronti dei titolari del trattamento, ai sensi dell’articolo 8 D.Lgs. 196/2003. Restano salvi i diritti di cui all’articolo 7 del Dlgs. 196/2003. e) Titolarità del trattamento e richiesta informazioni ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro f) Responsabili del trattamento ◾I Titolari del trattamento sono Gaetano Tripolone – Via Calzoppo 22/a 61026 Piandimeleto PU tel 0722 710007 – e Marco Toccacieli – Viale Trento 269, 61121 Pesaro INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES Cosa sono i cookies? I cookies sono files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al terminale dello stesso– computer, smartphone e così via – dove vengono archiviati e poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. Navigando su ilfederico.com, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito. A – Cookies utilizzati dal presente sito web I cookies vengono utilizzati con strumenti elettronici e ogni tipologia ha una sua funzione specifica. I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati (vedi in seguito). In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente – potrà ottenere, previa richiesta inviata all’indirizzo email info(chiocciola)ilfederico.com, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché: l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati; la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge. Su questo sito non vengono utilizzati cookie di profilazione. Per maggiori informazioni sui cookies si veda questa pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Cookie B – Cookies tecnici I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati. Questi cookies sono volti a mantenere un buon funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori. C – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser Ogni browser contiene una pagina di gestione dei cookies che potrai modificare come meglio credi.

Chiudi